La BarcÚla controcorrente …

sabato 22 e  domenica 23 Luglio 2017

 

VÓ, pensiero…

 

Voi, gente fiera di sorgente,

affidate un messaggio a Ticino,

affidategli un pensiero, un sentimento.

         Lui li porterÓ con sÚ,

        li cullerÓ, li custodirÓ,

        li farÓ pervenire alla giusta dimora.

        Noi saremo lý a riceverli

        sulle sponde tanto care, tanto amate

        del fiume azzurro prossimo alla foce.

                   Tufferemo gioiosi le nostre mani

                   nelle acque limpide e sfuggenti

                   che raccontano e ci parlano di voi.

                               Non asciugheremo le mani bagnate,

                               lasceremo scorrere tra le dita

                               mille e poi mille gocce di amicizia.

 

                                                                                                                              (di F. Lana)

 

Venti anni di amicizia tra la comunitÓ di Airolo, cittadina svizzera ai piedi del massiccio del San Gottardo, nonchÚ luogo di origine del Ticino, e “la BarcÚla”, che ha la sua sede sul territorio che accompagna il Ticino a buttarsi nel Po, rappresentano un momento che merita di essere celebrato con la giusta solennitÓ. Cosý si da vita ad un reciproco scambio di visite che, come prima tappa, vede il Circolo “la BarcÚla” risalire la corrente per andare a stringere gli amici di Airolo in un abbraccio quasi fraterno. Il 22 luglio si parte, alle ore 7,30, da Pavia con l’intenzione di essere ad Airolo per le 10,00 in punto. Lý, ad accoglierci, un numeroso e festoso gruppo di svizzeri, dandoci solo il tempo di salutarci, ci imbarca sulla funicolare del Ritom, roba da pelle d’oca, che ci trasporta fino a quasi 1800 m. di altitudine.

  C:\Users\Lena\Desktop\st0037919_bs - Copia.jpg    C:\Users\Lena\Desktop\ritom2 - Copia.jpg

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0539.JPG          C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0555.JPG

 

 

Con due minibus percorriamo un breve tragitto, costeggiando un bellissimo lago, fino alla Capanna di Caldagno dove si pranza e ci si riposa sotto un sole generoso. Nel pomeriggio accurata visita all’Alpe di Piora, allevamento di bovini e caseificio artigianale, dove si ha la possibilitÓ di visitare le stalle, i macchinari per la trasformazione del latte e i locali dove i formaggi sono messi a stagionare. Immancabile la degustazione dei prodotti locali.

 

 

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0561.JPG  C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0575.JPG  C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0583.JPG

Dopo la cena in albergo, ci si reca presso la Palestra Comunale per assistere a un concerto della Filarmonica Alta Leventina che accompagna alcuni solisti di levatura internazionale. Sotto una leggera pioggia si rientra per il meritato riposo notturno. Domenica 23, alle 9,30 l’amico Mauro Chinotti conduce i “barceliani” a visitare la mostra “No limits! – I campioni dell’altitudine”; si posson osservare esposti, ovviamente imbalsamati, gli animali che vivono in quota nell’habitat che offrono le montagne che circondano la valle.

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0642.JPG      C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0630.JPG     C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0637.JPG

E poi via, in val Bedretto, presso la localitÓ Cioss Prato, per ammirare un piccolo museo dei cristalli, e poi pranzare insieme agli anici di Airolo in un clima di amicizia e simpatia. Sul finire del convivio un momento di commozione quando Mauro Chinotti ha voluto ricordare Gigi Rognoni che tanto aveva a cuore il rapporto tra “la Barcela” e Airolo; al dolce, lo scambio di saluti e di doni.

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0651.JPG            C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0654.JPG

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0662.JPG             C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0672.JPG

Ultima tappa del viaggio Ŕ il passo della Novena, presso il quale Ŕ visibile il cippo che sta a indicare il punto in cui sono individuate le sorgenti del Ticino. Il tempo per una foto di gruppo per poi risalire sul torpedone che riporta a casa i gitanti. Un ultimo saluto commosso agli amici svizzeri e un arrivederci a Pavia.

C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0683.JPG        C:\Users\Lena\Desktop\Foto 2017 AIROLO\DSCN0689.JPG